Adempimenti anticorruzione nei Comuni. L’intervento dell’ANCI

Il 21 marzo l’ANCI ha pubblicato un documento (ovviamente rivolto ai Comuni) che riassume i principali adempimenti in tema di anticorruzione, rammentando le scadenze. Si trova qui.

Il documento non dice nulla di nuovo rispetto agli adempimenti prescritti dalla normativa (legge 190/2012), dalla circolare ministeriale (n. 1/2013), e in ultimo dalle linee guida più di recente deliberate dalla CIVIT, documenti già più volte commentati (c’è l’apposita categoria sulla destra).

Oltre a ribadire adempimenti già ampiamente diffusi ed analizzati, anche in questa sede, il documento ANCI ricorda di nominare entro breve tempo il Responsabile anticorruzione (individuato già preferibilmente nella figura del Segretario Comunale) e che alla nomina provveda il Sindaco, come indicato dalla CIVIT.

Il documento invece individua nella Giunta Comunale l’organo competente alla redazione del Piano (ricordando che, anche se ancora si attendono le necessarie indicazioni da parte della Conferenza unificata, è comunque urgente iniziare a stilare i punti principali del Piano Triennale); si tratterebbe di competenza residuale, come tale spettante all’organo esecutivo in base a quanto previsto dal TUEL art. 48 comma 2.

Un’interpretazione che rafforza, come già avvenuto, la posizione dell’organo esecutivo rispetto a quello elettivo, e basata sulla concezione che qualsiasi competenza ulteriore rispetto a quelle elencate dal TUEL (che, ricordiamo, è del 2000) rientri tra le competenze residuali. Considerate le numerose competenze ulteriori assegnate anche ai Comuni, quali amministrazioni pubbliche, negli ultimi anni, è auspicabile che gli interventi normativi modifichino anche le previsioni del Testo Unico degli Enti Locali, per non esautorare delle funzioni più importanti (anche in ordine all’indirizzo e al controllo) l’organo elettivo.

Attendiamo, per gli enti locali, le indicazioni della Conferenza Unificata, e, per tutte le amministrazioni, il Piano nazionale anticorruzione da parte del Dipartimento Funzione Pubblica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inserisci il risultato dell\'operazione *