Circolare anticorruzione Funzione Pubblica:pubblicata in gazzetta Ufficiale

La circolare n. 1 del 2013 (già pubblicata sul sito del MInistero Semplificazione e PA a gennaio) è stata registrata dalla Corte dei Conti, quindi pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale del 26 aprile.

L’avevamo già segnalata e commentata tempo fa, e non abbiamo nulla da aggiungere a quanto già detto (la Corte dei Conti non ha nei confronti delle circolari lo stesso potere di vaglio di legittimità “amministrativo” che ha il Consiglio di Stato sui regolamenti governativi, quindi il testo licenziato prima del visto può essere considerato abbastanza attendibile).

Tuttavia la circolare riporta un periodo inesatto, poiché, medio tempore, qualcosa nel meccanismo procedurale che doveva portare all’attuazione del programma delineato dalla legge (e specificato dalla circolare) si è inceppato.

Il testo ufficiale della circolare, così come pubblicato in Gazzetta, riporta infatti che “La designazione dei responsabili della prevenzione deve essere comunicata alla C.I.V.I.T., che ha dedicato un’apposita sezione del sito alla raccolta dei relativi dati”.

La Civit, con questo comunicato del 10 aprile, ha tuttavia invitato le amministrazioni a sospendere l’invio delle nomine fino a nuove indicazioni. Ci si chiede a chi debbano essere inviate le nomine, considerando che la CIVIT ha richiesto espressamente di non inviarle  anteriormente alla pubblicazione del testo della circolare (che lo ribadisce) sulla Gazzetta Ufficiale. IL testo dela circolare tuttavia non è affatto assimilabile ad un atto normativo (per la stessa Cassazione non è fonte del diritto), quindi non dovrebbe soggiacere alle ordinarie regole previste per l’entrata in vigore successivamente alla pubblicazione.

Uno dei punti oscuri del procedimento diretto all’adempimento delle norme anticorruzione, considerato che:

 – il termine del 31 marzo per l’approvazione dei Piani anticorruzione è stato considerato non più perentorio ma “ordinatorio” dalla Civit;

 – il Piano Nazionale, propedeutico ai singoli piani delle amministrazioni, non risulta emanato;

 – l’intesa in sede di Conferenza Unificata relativa ai piani degli enti territoriali e locali non risulta “raggiunta”.

Il sito Funzione Pubblica, nel frattempo, riporta le notizie della stipulazione di due protocolli d’intesa con Trasparency International Italia, e dell’OCSE, che ha manifestato apprezzamento nei confronti dell’Italia per gli adempimenti in tema di anticorruzione.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inserisci il risultato dell\'operazione *